•    
Acqua » Evaporazione Sottovuoto

Evaporazione Sottovuoto

Gli evaporatori sottovuoto vengono utilizzati per la concentrazione di soluzioni acquose (lavaggi in genere) contenenti inquinanti mediante l'evaporazione dell'acqua a bassa temperatura.
In tal modo si riduce significativamente il volume di refluo da smaltire, consentendo il riutilizzo dell'acqua distillata ottenuta alle utenze di provenienza. 
Questo schema consente quindi riciclare totalmente l'acqua utilizzata nei processi produttivi consentendo una riduzione drastica del refluo da conferire allo smaltimento, con una riduzione dei costi di smaltimento e un risparmio sull'approvvigionamento idrico. 
In alcuni casi (lavaggi e recuperi di bagni galvanici) è possibile il riutilizzo della soluzione concentrata ottenuta nei bagni di trattamento.
A seconda dei campi di applicazione, delle potenzialità richieste, delle fonti energetiche disponibili i nostri modelli seguono questo schema:

SERIE WE
HP = pompa di calore con fluido R407C
W = acqua calda o surriscaldata
S = vapore 0,5 bar

S = a serpentino immerso per soluzioni non incrostanti fino a 1,25 kg/dm3
CF = a circolazione forzata per soluzioni anche schiumogene non incrostanti fino a 1,25 kg/dm3
CN = a circolazione naturale per liquidi particolarmente aggressivi
R = con raschiatore-agitatore per soluzioni incrostanti con elevata presenza di solidi sospesi e produzione di concentrati di densità superiore a 1,25 kg/dm3.

ME = a multiplo effetto per grandi potenzialità e bassi consumi
TWR = condensazione mediante torre evaporativa
AT = condensazione ad aria

POTENZIALITA' = da 250 fino a 12.000 litri/giorno per WE HP
da 1.200 fino a 20.000 litri/giorno per WE W e S
da 2.500 fino a 72.000 litri/giorno per WE ME

MATERIALI = i materiali impiegati per la costruzione dipendono dal tipo di refluo di processo trattato. Vengono comunemente usati: acciaio AISI 304L e 316L, Titanio, PFRV (vetroresina).